Allenamento con lo spinning
In questo articolo andremo a vedere l allenamento con lo spinning.

La storia dello spinning

allenamento con lo spinning

Ti stai chiedendo qual è il miglior modo? Partiamo dal principio, l’inventore dello spinning è Jhonny Golberg degli Stati Uniti, l’idea poi è stata portata in Europa nell’anno 1995. E’ un allenamento che si può svolgere in gruppo oppure individualmente. Lo spinning in parole povere è chiamato appunto “spin bike” ovvero bicicletta stazionaria. E’ un allenamento aerobico, a cui è possibile modificare e adattare (in base all’allenamento che si vuole svolgere) la velocità e l’intensità che permette quindi di allenare e tonificare anche a livello cardiaco. L’allenamento con lo spinning è un allenamento che in effetti non richiede chissà quale attrezzatura particolare.

L’attrezzatura che potrebbe servire è:

  • Un abbigliamento tecnico per lo spinning ovvero:

una tuta simile a quella dei ciclisti rinforzata e imbottita al cavallo. Una canottiera termo-traspirante. Delle scarpe di buona qualità che non scivolino al contatto con il pedale traspiranti ma anche rigide in modo da non sovraccaricare il peso e non procurarsi danni alla caviglia. In fine se si utilizza una spin bike di utilizzo comune è consigliato indossare dei guanti senza dita.

  • Una bicicletta (ovviamente).
  • Una bottiglia d’acqua (essenziale).
  • Un ambiente ben areato.

Se non si vuole necessariamente andare in palestra è possibile acquistare una spin bike e allenarsi così nella propria abitazione. L’allenamento con lo spinning incomincia come tutti gli allenamenti con 10 – 15 minuti di stretching, riscaldando così e preparando bene il muscolo al successivo allenamento.

Agli inizi è consigliato moderare la pedalata in modo tale da non sforzare troppo l’attività cardiaca. Le rotazioni ideali medie per un buon allenamento possono variare da 70 / 80 rotazioni ogni minuto.

 

Allenamento con lo spinning: Divisione in due fasi

L’allenamento può esser suddiviso in fasi:

  • La fase dove si compie maggior sforzo (10 minuti possono bastare, anche meno).
  • La fase di riposo in movimento (2 – 3 min).

Facendo ripetere tale schema in modo tale da arrivare almeno per la fase iniziale a un totale di 20 – 30 minuti. In seguito se si vuole ottenere un allenamento di intensità allora ciò che si deve fare sono delle esecuzioni molto veloci per non più di 30 sec. Seguite da recuperi di 1,5 – 2 minuti. Dovrà poi essere alternato a fasi di 10 secondi ad intensità media (80 – 150 rotazioni al minuto) con recupero di 1 minuto.

Si può scegliere “dove si può pedalare” ovvero: in pianura, salita in piedi, accelerazione in salita ecc… Tale allenamento però non deve superare in 45 minuti totali.

 

Se volete iniziare fin da subito, ecco un video di CoreFxFitness dove spiega l’allenamento spinning in 40 minuti.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Hai bisogno di aiuto per raggiungere i tuoi obiettivi di fitness?La newsletter Schede Palestra ti fornirà i migliori allenamenti, piani pasto e consigli.